Cosa si mangia in Canada? Un viaggio all’insegna della gastronomia locale

Chi ama viaggiare desidera spesso conoscere quali sono i piatti tipici del luogo, i metodi di cottura e anche le specialità che si possono trovare solamente nel paese che si visita. Si tratta di una forma di turismo intelligente, perché poche cose come il cibo sanno unire i popoli, ma anche diversificarli in nome della storia e delle loro radicate tradizioni. Uno dei paesi che può riservare tante sorprese in questo campo è il Canada, Stato immenso e famoso per le sue bellezze naturali, che permettono di dare vita a piatti locali davvero molto interessanti e spesso lontani dal junk food nord americano.

La cucina canadese ha infatti una sua sua identità ben definita, forse lontana anni luce dalla dieta mediterranea alla quale siamo abituati, ma non per questo motivo meno affascinante. La base culinaria di questo stato è indubbiamente quella anglosassone, ma non dimentichiamo che il Canada risente di influenze culinarie francesi e di contaminazioni che i tanti immigrati hanno introdotto nella cucina locale nel corso degli anni. Il risultato è un mix etnico di grande portata, che si legge nei piatti più comuni, ma anche nelle ricette tradizionali del paese.

canada-cucina2

Grazie alle influenze, soprattutto quella francese, in Canada si mangia meglio e in modo più salutare rispetto agli States, anche perché i tempi sono un po’ più dilatati e permettono di attingere ad un patrimonio vegetale meno elaborato e più naturale. Di base è interessante iniziare il viaggio culinario con la colazione, chiamata anche in Canada ‘breakfast’, che è notoriamente salata o un misto fra dolce e salato.

Immancabili sono le uova e il bacon, i quali si associano spesso ai cereali consumati con il latte. Una tradizione molto diffusa in Canada è il brunch domenicale, ovvero un appuntamento di raccordo familiare che vede servire diverse portate, dolci e salate e molte carni, in quanto lo Stato ne è un grande produttore. Particolarmente interessanti sono i sandwich preparati con carne arrostita e serviti con verdure, che si associano ai classici waffel o pancakes serviti con il classicissimo sciroppo d’acero, un prodotto che in Canada viene considerato come un vanto nazionale.

canada-cucina

Lo sciroppo d’acero è un prodotto che viene estratto lentamente dagli immensi alberi di acero, lavorato e quindi imbottigliato nelle classiche ampolle di vetro. Lo sciroppo viene impiegato per guarnire dolci, frittelle e anche per creare abbinamenti molto interessanti in cucina. Il suo apporto calorico non è elevatissimo e si propone come un ottimo dolcificante naturale nella preparazione del porridge, il composto di farina di avena, acqua o latte che viene servito durante la prima colazione.

Il Canada vanta una cucina prevalentemente di pesce, vista la grande quantità di pescato che proviene dalle sue coste. Le specialità sono il salmerino dell’Artico e la trota del lago Ronge, pesci molto carnosi che vengono arrostiti, cotti al forno o in padella e accompagnati da salse, ma anche le ricercate ostriche di Malpeque e il salmone, un pesce che può essere considerato come il vero piatto nazionale canadese.

Chi sceglie di assaggiare la cucina canadese può recarsi nei bistrot, locali che propongono i piatti della tradizione preparati con ingredienti locali, ma molte sono le ambientazioni fusion che negli ultimi anni sono sorte nelle maggiori città come Montreal e Toronto. Si tratta di locali che impiegano la grande produzione locale di pesce, carne e verdure per comporla in ricette che risentono della contaminazione etnica che il Canada sta vivendo nel nostro presente e che si propongono particolarmente interessanti per chi sceglie di mangiare bene e con gusto anche durante i viaggi di piacere.